La Villa

La villa ha quattro appartamenti, un ampio spazio comune con un caminetto e una grande cucina. Inoltre, sono presenti due grandi sale che possono essere usate per banchetti, come pista da ballo, o per meeting, corsi di formazione e rititi yoga.

La piscina e il parco circostante sono ad esclusivo uso della villa: nei periodi estivi sono un'oasi dove rilassarsi e trascorrere piacevoli serate al contatto con la natura. La villa è circondata da boschi e, in notti serene, da stelle che sembrano essere a portata di mano.

Costruita sulle fondamenta di una antica stazione di posta del '700, Villa Le Querce  è stata utilizzata per anni come stalla per il ricovero degli animali e come deposito per il fieno. Nei primi decenni del '900, i proprietari decisero di trasformarla in una grande casa padronale da destinare alle generazioni future. Dopo diversi anni di  lavori, con nessun erede maschio, i proprietari abbandonarono l'opera: nonostante la grande forza e temperamento delle femmine eredi, il duro lavoro nei campi non era concepito per essere svolto da donne.

Intorno al 2000, le figlie di uno dei proprietari (Enza e Milena) cambiano il destino della villa, iniziando i lavori che hanno portato alla realizzazione la struttura esistente.